Vivere connessi toglie o regala tempo? È ora di dire BASTA!!!

Possiamo scrivere e-mail, inviare sms e telefonare in ogni posto eppure non è passato molto tempo da quando le cassette delle lettere erano piene e i telefoni andavano a gettoni e internet neanche esisteva... Ed anche se oggi facciamo le cose in pochi minuti invece che giorni, il tempo sembra non bastarci mai.

Siamo sempre di corsa, non abbiamo mai un minuto da dedicare a noi stessi, per leggere un libro o per regalarci un minuto di pieno relax, cosa è cambiato?Semplicemente abbiamo smesso di prendere sul serio i nostri tempi, le nostre sensazioni e i nostri "giusti" spazi crediamo che tutto ruoti intorno a una corsa continua contro il tempo e allora diciamo BASTA!!!  

Basta al tempo che ci corre dietro
Basta alle telefonate che se non rispondi subito, chissà cosa è successo?!?
Basta alle e-mail e agli sms spazzatura!!!

Regaliamoci un momento nell'arco della giornata per goderci una pausa pensando che quello che sembra importante può aspettare che ci sarà sempre tempo per fare una telefonata e per rispondere ad un e-mail

Regaliamo un sorriso ad uno sconosciuto forse sarà l'unico che riceverà nella giornata e che nulla può essere più importante di quella sensazione di pace e di benessere che ci riempie il cuore....

Respiriamo a pieno polmoni e sentiamoci liberi di goderci un momento di relax di vivere un momento per sentirsi bene con noi stessi...

E ricordiamo a chi c'è accanto che rallentare il ritmo non vuol dire perdere tempo
ma semplicemente godersi appieno la vita
e respirare il mondo che ci ruota intorno
e prendere in mano il senso della vita ....

Se sei d'accordo con il mio pensiero di anche tu BASTA condividi l'immagine e questo post!!!

Rosa Forino

20 commenti:

  1. Ben detto, cara la mia socia kreattiva! Concordo su ogni singolo punto e gia' faccio tutto quanto sopra! Si chiama 'decrescita felice' e sono contenta che tu ti stia avvicinando al mio pensiero {dal punto di vista creativo ci siamo gia'}.

    Mi prendo i miei tempi {I take my time}, rallento quando sono stanca, ho il blackberry spento da 2 anni {e dovro' ricomprarmi la sim nuova prima o poi...}, faccio lunghe passeggiate, medito, ho il sorriso stampato, sono sempre rilassata, non litigo mai con nessuno, evito i pessimisti e i negativi {che mi vogliono succhiare l'energia - pussa via!!}, nutro la mia anima con pensieri positivi e tengo un art journal dove sfogare creativita' e pensieri coi colori.

    E se gli altri non mi capiscono non me ne frega nulla. Gelosi della mia felicita'? problemi loro!!

    benvenuta nel club, cara Rosa! Ti auguro un ottimo inizio di settimana e condivido molto volentieri. Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi, decrescita felice anche per me! e spessissimo non metto l'orologio :)

      Elimina
  2. Rosa i tempi sono cambiati e forse noi con loro...mia nonno diceva sempre che la troppa industria crea miseria!!!

    RispondiElimina
  3. Continuo a ripetermi che mi servono almeno 48 ore, che non ce la posso fare, poi per farmi coraggio..."dai che ce la puoi fare Anna",....continuo ad essere schizzata e fuori di testa come un balcone..per il blog, il lavoro, gli impegni....beh, scusa se sto dilungandomi troppo ma questo post sembra creato apposta per me.
    Eppure fino a poco tempo fa riuscivo a trovare il tempo per leggere o fare qualcosa di rilassante...bene, mi hai dato la spinta per cercare di tornare a vivere meglio!
    Condividerò citandoti e linkandoti nel mio prossimo post.
    Grazie e buona giornata
    Anna

    RispondiElimina
  4. ciao, condivido totalmente quello che dici. è tempo di rallentare =)

    RispondiElimina
  5. Condivido!
    A volte le giornate non bastano mai! Ma la sera, dopo aver cenato e sistemato un pò, trovo il momento di rilassarmi, mi siedo sul divano e cerco di prendere fiato!
    L'importante è non farsi sopreffare dagli impegni e cercare di trovare il giusto equilibrio!
    Buona settimana!
    Elisa

    RispondiElimina
  6. Questo ritmo frenetico davvero rischia di non farci notare tutto ciò che c'è di bello intorno a noi...la natura che ogni giorno ci regala veri miracoli, i nostri figli che, ahimè, crescono e non ce ne rendiamo conto, la nostra vita che vola in un soffio....è da un pò che sono arrivata anch'io a questa conclusione....ho volutamente allontanato persone negative, quasi mi scivolano addosso invidie e critiche, poveri loro!!...leggo, creo e appena posso esco!! Condivido sulla mia pagina facebook!!
    Bacioni
    Giovanna

    RispondiElimina
  7. Sono perfettamente d'accordo e condivido in pieno... più tempo per noi e per chi ci sta intorno e ricerca di serenità ciao Elizabeth

    RispondiElimina
  8. quanto è vero quello che scrivi, mi ci ritrovo in questo meccanismo che non ha mai fine grazie per averlo condiviso con noi lo pubblico subito su g+ ciaooo elisa

    RispondiElimina
  9. Si si può. Senza trascurare naturalmente i sacrosanti doveri, prendersi del tempo per se stessi e per gli altri. Cercando di godersi la vita e vivere in equilibrio con se stessi e la natura ^^
    Buona giornata a tutti.

    RispondiElimina
  10. Io l'ho superato da un bel pezzo il periodo della mia vita in cui schizzavo impazzita da un negozio ad un altro, in cui il telefono squillava in continuazione e mi sentivo persa se si scaricava, in cui uscivo la mattina alle 7:30 di casa e rientravo la sera alle 21:30... l'ho superato! E lo dico fiera! Ci è voluto un bello spavento, e finalmente ho capito che non era quella la vita che volevo! Non era quella la vita che mi rendeva felice! Ed ora, nonostante legga le mail e mi colleghi a fb sul cellulare ogni ora, sento che le piccole cose le sto vivendo! Che quel sorriso lo riesco a regalare, e che riesco a vedere con stupore il piccolo fiorellino che riesce a farsi largo tra l'asfalto!
    Condivido tutto, cara Rosa! Nel mio prossimo post ne parlerò a lungo e ti linkerò in ogni modo! Grazie per lo spunto riflessivo! Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  11. Ciao Rosa, che bel post!
    Anch'io sto vivendo questo momento... dall'inizio dell'anno mi sono ripromessa di dedicare un po' di tempo in più a me stessa.. e ho iniziato a fare molto più sport, ad essere meno nervosa e a allacciare più rapporti, sia reali che grazie al mio blog.
    Certo, di strada ne ho moltissima da fare.. Però sono felice di aver iniziato questo cambiamento!
    un bacio!

    RispondiElimina
  12. Ciao Rosa, quante verità! Per anni, per lavoro non dicevo ma no e ...mi sono ammalata e non ancora ben guarita. Quindi, quest'anno ho detto faccio ANCHE quello che è bene per me: niente di particolare ma sono tornata a fare sport che per me è come il pane. Se qualcuno mi chiede qualcosa che umanamente non posso fare: dico no. Unico "neo"....ho dato alla luce il mio blog che assorbe tempo e dedizione, oltre a FB, Twitter, ecc. ecc. sembra che ogni giorno ne nasca uno nuovo!!! Mi piace tantissimo ma che fatica...al momento non dico basta!
    ciao un abbraccio
    Bogomilla

    RispondiElimina
  13. Condivido in pieno. Vivremmo molto molto meglio....

    RispondiElimina
  14. Sante parole che condivido. L'orologio non lo uso proprio e quando sono in giro il cellulare è più spento che acceso. Un sorriso donato è quello che molte volte riempie più il nostro cuore, dopo averlo visto nel viso dell'altro. Ciao

    RispondiElimina
  15. condivido pienamente il tuo pensiero!

    RispondiElimina
  16. Condivido. Io seguo questa filosofia di vita da tutta un'esistenza, è una forma di autodifesa. Da piccola, alle elementari mi prendevano in giro, anche la maestra, mi dicevano che ero sempre l'ultima ruota del carro. Mia sorella (tipa frenetica e con la pressione a 2000) mi diceva, e mi dice ancora, che sono una sfaticata, che l'essere nata il 1° di maggio mi si adatta perfettamente. Io non me la prendo, vado avanti per la mia strada e faccio tutto quello che necessita e molto di più, con calma. Certo, ci sono periodi, come adesso, in cui devo correre e anche velocemente, ma non importa, so che ce la faccio perché non ho nulla da recuperare, va bene così. Sono una "pappamolla"? Chi se ne frega, a me va bene!
    Ciao, Letizia

    RispondiElimina

Instagram

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001