Rinnovare un vecchio vassoio

scritto da Rosa Forino - martedì, giugno 12, 2012

Trasformare un anonimo vassoio della nonna in un oggetto unico non è difficilissimo e non ci vuole neanche tantissimo tempo, soprattutto se come me si amano i colori e si ha sempre voglia di riciclo creativo, infatti per questo progetto ho impiegato circa 3 ore e devo dire che il risultato ha sorpreso anche me!!!  


Peccato non aver scattato una foto del prima, ma credo che sia un oggetto molto comune e quindi potrete immaginare subito il suo colore originale, un marrone noce anonimo con degli intarsi di marrone chiaro, un classico credo degli anni passati che non manca in nessuna casa.

La cosa che mi ha colpito però era la forma e queste piccole rientranze fiorite che ho cercato di evidenziare nella decorazione con l'oro.

Se vi piace il mio progetto e volete anche voi personalizzare un anonimo vassoio avrete bisogno di questi Materiali 
primer per legno 
colori acrilici (per me verde e oro)
fissativo opaco
pennelli
carta vetrata 

Per prima cosa scartavetrate la superficie questo permetterà l'aderenza con un unico passaggio del primer evitando una doppia asciugatura e risparmiando tempo :-)
Procedete poi con il colore scelto su tutta la superficie e quando è asciutto decorate con il secondo colore creando dei disegni se il vassoio e liscio o utilizzate gli intarsi originali per creare il disegno.
Quando è asciutto non vi resta che passare un fissativo opaco o se preferite lucido e godervi il vostro nuovo vassoio 


Quali sono invece i vostri "oggetti della nonna" che avete recuperato? 
Come vi piace rinnovare i vostri accessori per la casa e la cucina?

  • Condividi:

Ti potrebbe piacere anche

10 commenti

  1. Ciao sono passata a vedere il tuo blog e mi sono unita ai tuoi sostenitori, bella idea rinnovare i vecchi vassoi, se ti va passa a trovarmi, a presto.

    RispondiElimina
  2. Bello il tuo vassoio, sei proprio brava!
    Baci

    RispondiElimina
  3. Molto bello, bravissima! =)

    RispondiElimina
  4. bello, come nuovo, anzi meglio, a presto

    RispondiElimina
  5. Rosa, hai visto era destino che ci dovessimo conoscere, poi dicono che il destino non esiste, io ci credo. A presto.

    RispondiElimina
  6. Che bel blog che hai e che bei lavori che realizzi, mi piace tutto brava

    RispondiElimina