Giochiamo con i fantasmini

Con l’arrivo dell’estate i bambini hanno più tempo libero ma allo stesso tempo devono essere stimolati per non farli annoiare e così oggi vi propongo un gioco di società Monster Castle Staedtler che sono sicura piacerà non solo ai piccoli di casa ma anche ai grandi :-)
Perfetto per stimolare la creatività delle forme e dei colori;  la pasta è morbidissima e può essere facilmente manipolata,  impastata, tagliata, i colori possono essere miscelati fra loro. Mantiene la forma e indurisce all’aria. Pulita, non si attacca e si lava facilmente sui tessuti

Nella scatola Monster Castle Staedtler troverete 4 barattoli ermetici con 130 g di pasta (colori assortiti), 1 dado, 1 martello in legno, 2 formine, 1 tabella di gioco e istruzioni dettagliate del gioco

Con l’aiuto delle formine realizzerete con i piccoli di casa le pedine di gioco 
Scoprirete le regole del gioco grazie alle istruzioni che troverete all’interno
 
vi anticipo solo che ci sarà un martello dispettoso che ….
Bhe!!! Non vi resta che comprarlo :-)

Post sponsorizzato da Staedtler

Rosa Forino

6 commenti:

  1. Piacere di fare la tua conoscenza e quella del tuo blog. ho trovato molte ricette interessanti e tanti spunti di ispirazione. Mi sono aggiunta ai tuoi lettori. A presto Daniela.

    RispondiElimina
  2. Ciao, piacere di conoscerti! Sono contenta che ti piaccia il mio blog: ma soprattutto complimenti per il tuo: quante idee! Voglio consigliarlo a mia madre che è appassionata di uncinetto!
    A presto
    antonella (Toni's Pastries).

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio tanto per aver visitato il mio blog ed esserti aggiunta tra le persone che ogni giorno mi seguono annotando o postando commenti. È sempre bello conoscere nuove persone e soprattutto leggersi a vicenda! E per questo che sono felice di seguirti e ricambiare l’interesse nel leggere le tue ricette! Allora ci si legge in rete!

    RispondiElimina

Instagram

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001