6 consigli per creare un diario di viaggio

scritto da Rosa Forino - martedì, agosto 28, 2018

L'estate sta finendo! Venticello fresco, nuvoloni all'orizzonte, temperature migliori delle scorse settimane e pian piano le giornate cominciano ad accorciarsi. In tutto questo sento la mancanza di questo spazio e anche le chiacchierate con tutte voi. So che in questi ultimi mesi sono stata meno presente, un po' per mancanza di tempo, voglia di cambiamento o più semplicemente bisogno di ritrovarmi. 

Scrivere era diventato "uno stress " poche idee, poco entusiasmo e mancanza di quella carica che mi contraddistingue, ogni cosa era diventato una "fatica" invece che un modo semplice e immediato per esprimermi. Mi sono quindi resa conto che era arrivato proprio il momento di prendere una pausa e abbandonare per un po' la tastiera e il web per dedicarmi ad altro...

Cosa ho fatto? Chi mi segue su instagram ha viaggiato con me e ha avuto modo di scoprire la mia quotidianità. E' stato bello ritrovare i ritmi lenti e vivere alla giornata senza scadenze e orari da rispettare. Ho passeggiato molto, sono stata al mare, ma ho anche riscoperto la città e i luoghi che ogni giorno mi ruotano intorno e che non vedo veramente, ho lasciato che i pensieri e le parole ritrovassero la loro dimensione, insomma mi sono goduta a pieno quest'estate.

6 consigli per creare un diario di viaggio

In tutto questo non poteva mancare un pizzico di creatività così mi sono creata un taccuino di viaggio o meglio un diario di viaggio da portare con me. Ho preparato una cartellina "speciale" usando delle vecchie cartine e all'interno ho inserito dei quaderni colorati e delle taschine utili per contenere ogni cosa. In questo modo avevo tutto il necessario per raccogliere i miei ricordi, i piccoli souvenir, le curiosità e mille aneddoti.

Perché scrivere un taccuino di viaggio? A cosa serve e come iniziare a crearne uno? 

Con la tecnologia che avanza e quasi un paradosso pensare di portare con se solo un taccuino di viaggio e rimanere disconnessi per tanto tempo, ma devo dire che in queste vacanze improvvisate ho avuto modo di apprezzare il "valore del tempo". Ho scoperto quanto sia bello assaggiare cose nuove, scoprire angolini magici anche in posti dove si è già stati e attendere con gioia il sole che tramonta in riva al mare, senza lasciare che le notifiche del cellulare interrompessero ogni momento o il computer mi tentasse in ore infinite a scoprire gli ultimi aggiornamenti dei social network.

Decidere di portare con se un taccuino di viaggio ti permette non solo a raccogliere itinerari, cartine e info utili per il viaggio, ma ti aiuterà anche ad annotare emozioni e pensieri, piccole curiosità e aneddoti. Trasformando in un diario di viaggio ricco di momenti unici irripetibili, potrà accogliere le emozioni che sono così sfuggenti e imprigionarle in poche righe per renderle indelebili nel tempo. Catturare questi momenti su carta è un esperienza unica che ti permetterà di rivivere queste vacanze, più e più volte, anche a distanza di tempo.

taccuino di viaggio fai da te
Taccuino di viaggio fai da te
Se anche tu vuoi realizzare un taccuino/diario di viaggio, ecco 6 consigli per creare un diario di viaggio 
  1. Racconta di te, delle tue emozioni e delle tue impressioni, non limitarti a fare una scaletta schematica delle tappe e delle cose che hai mangiato o visto. Stai creando la storia del tuo viaggio, uno spaccato della tua vita. Non è necessario raccontare tutti gli spostamenti descrivi le impressioni dei luoghi visitati, le cose che ti sono rimaste impresse, le emozioni assaporate, la bellezza di un paesaggio, le pietanze che ti hanno più colpito. 
  2. Se non ti piace improvvisare crea in anticipo uno schema, delinea gli spazi che vorrai utilizzare per tutto quello che è per te importante. Crea una sezione per ogni evento o momento che vuoi ricordare, per esempio puoi creare una sezione dove indici l'itinerario che hai immaginato di realizzare e quello che hai veramente fatto, un'altra sezione per pensieri, per le curiosità, ect.
  3. Riservati una mezz'ora per occuparti del tuo taccuino, non sarà difficile ritagliarti questo momento, ci saranno sicuramente dei tempi morti,, per esempio quando il tuo lui fa la doccia o a fine giornata prima dell'aperitivo o ancora quando ti stai godendo il sole su una panchina, ogni momento sarà buono per prendere appunti in tempo reale. 
  4. Conserva scontrini, biglietti di ingresso dei musei, dei mezzi di trasporto, volantini e tutto quello che può testimoniare l'esperienza che stai vivendo.
  5. Cerca di scrivere quotidianamente perchè le emozioni volano via in fretta, inoltre la pigrizia può vanificare i tuoi obiettivi iniziali. Ricorda che non è necessario scrivere dei romanzi, poche righe e qualche dettaglio saranno utili per ricordare quel momento.  
  6. Ricorda che un taccuino di viaggio è lo strumento più immediato e pratico per conservare i ricordi di un viaggio, molti dettagli che al momento sembrare insignificanti prenderanno forma nel tempo e saranno l’anima stessa del viaggio. Al rientro poi il tuo diario di viaggio ti sarà utile per creare il tuo album di foto e raccogliere con stile i tuoi ricordi. 
quaderni fai da te
Quaderni fai da te che ho realizzato per il mio diario di viaggio
Suggerimenti per scegliere il taccuino di viaggio 
- Per realizzare il taccuino di viaggio puoi usare una agenda o più semplicemente un quaderno che può essere trasportato con facilità in una piccola borsa o nello zaino.
- Non preoccuparti troppo della copertina potrai personalizzarlo come ho fatto io con vecchie mappe o in tantissimi altri modo. Come per esempio: carte regalo, carte seta, piccoli ritagli di stoffa, ect.
- La meta del tuo viaggio ti aiuterà a scegliere il materiale giusto e più adatto allo scopo. Io per esempio ho realizzato per il mio taccuino di viaggio dei quaderni spillando dei fogli colorati e completando con una copertina rigida decorata con washi tape in tinta.
- Non dimenticare di tenere con te una matita o una piccola penna per appuntare ogni cosa e per creare veloci schizzi di monumenti o oggetti che attirano la tua attenzione.
-Se non sai disegnare puoi descrivere ogni cosa in piccole sezione appositamente create che potrai decorare con elementi semplici, adesivi, trasferibili o altri elementi creati da te.
- Non usare il taccuino di viaggio come una scatola infilando di tutto al suo interno, ma incolla sul retro una taschina dove potrai raccogliere biglietti, documenti, scontrini e quant'altro. Se come me ami raccogliere anche souvenir inconsueti come cartoline, sottobicchieri, cannucce o altri piccoli oggetti, procurati una bustina portadocumenti o una cartellina, in cui sistemare tutto il materiale raccolto.

Ogni viaggio lo vivi tre volte: 
quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi

  • Condividi:

Ti potrebbe piacere anche

4 commenti

  1. è una bellissima idea questa, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vanessa e devo dire che il risultato dopo le vacanze e ancora più bello
      A presto :-*

      Elimina
  2. Che bell'idea!

    https://julesonthemoon.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia, come sono andate le tue vacanze?
      Saluti

      Elimina