Cos'è e come iniziare il bullet journal

scritto da Rosa Forino - mercoledì, gennaio 16, 2019

Ben ritrovate Kreattive, come è andata questa lunga pausa natalizia? Pronte per abbracciare con un sorriso l'anno nuovo?
Io confesso non sono ancora riuscita a trovare la giusta direzione, per questo ho trascorso questi primi 15 giorni di gennaio a sviluppare delle idee e a girovagare sul web.
Leggendovi ho scoperto tante "parola dell'anno*", i mille modi per organizzarvi il tempo e la voglia di ritrovare voi stesse con frasi motivazionali, spauracchio di quel senso di inadeguatezza che ci prende all'improvviso e che tenta di boicottare ogni nostro desiderio. Lo so riprendere in mano la vita dopo le feste è sempre dura e ci vuole una buona dose di forza di volontà e coraggio per rimboccarsi le maniche e mettersi in gioco.


Io per esempio ho deciso di partire dalla pianificazione, quindi mi sono munita di notebook, agenda e quadernetti vari e una dose enorme di tempo libero per organizzare almeno questi primi mesi dell'anno e non ritrovarmi come fine anno in affanno per portare tutto a termine . Ho anche acquistato il libro ufficiale sul Metodo Bullet Journal**, scritto dal suo ideatore Ryder Carroll per mettere in parte ordine nel mio "cervellino" super attivo e trovare il giusto equilibrio con me stessa.

Il metodo bullet journal di Ryder Carroll

Sono sicura che conosci il bullet journal o almeno ne avrai sentito parlare almeno una volta. Spesso questo metodo viene associato a diari creativi super decorati e ricchi di disegni strabilianti, che destabilizzerebbero qualsiasi mente creativa, in realtà questa tecnica nasce da una difficoltà di apprendimento e concentrazione dell'autore, che attraverso questo sistema ha trovato il modo giusto per rimanere concentrato e produttivo.

Ed è proprio questo il motivo che ha spinto tantissime creative ad adottare questo metodo per esprimere la loro vita e il proprio talento. 

Ho deciso così, anch'io di dare inizio a questo 2019 con un BuJo tutto mio, che possa contenere non solo una pianificazione curata del mio lavoro, ma sopratutto un Memory Planner (o se amate lo scrap vi consiglio lo Scrapping Planner) di quello che è la mia vita e i miei pensieri. 
Il modello su cui partirò sarà molto "essenziale" perchè voglio andare oltre all'aspetto estetico e alla moda del momento, il metodo servirà soprattutto "per fare"ordine nella mia testa che è sempre piena di tanti progetti e desideri da realizzare. Per ora come suggerisce l'autore, sto lasciando libero il flusso di idee, inebriandomi del profumo della carta e dando forma a quello che saranno i miei prossimi mesi. Non so cosa mi porterà questa lunga ricerca verso un bullet journal ideale, ma per il momento questo desiderio mi porta a fare sempre meglio e di più.


Cosa serve per creare un bullet journal?
Per iniziare bisogna avere solo un taccuino e una penna. Il taccuino originale** prevede delle pagine già numerate e puntinate che facilitano gli schemi, ma vi assicuro che anche un normale quaderno a quadretti va benissimo.

Perché scegliere un bullet journal (BuJo) invece che una agenda?
La differenza evidente fra una comune agenda e il Bullet Journal è che è completamente personalizzabile, quindi puoi seguire le tue esigenze sia del momento che stai vivendo che quelle future perchè si adatta di mese in mese. Il bullet journal poi ti da modo di pianificare, svuotare la testa e trovare qualche momento tutto tuo per raccontarti e fare memoria della tua vita. Negli anni ho acquisito un certo bagaglio di esperienza che mi ha permesso di valutare i tanti percorsi che puoi intraprendere con il bujo, il mio consiglio è comincia con l'aspetto basico e poi se hai voglia e tempo prosegui a creare decorazioni e spazi per lasciar venir fuori la creativa che è in te!!!


Come ti dicevo prima non c'è una regola definita sia per la struttura che per le pagine da inserire, il libro ti indica solo delle linee guida che tu puoi sviluppare in funzione dell'obiettivo del TUO bullet journal. All'inizio non "strafare" con pagine e pagine di contenuti da creare ma goditi il dolce piacere di scarabocchiare sui fogli bianchi, tutto quello che ti passa per la testa, lasciando che sogni, desideri, pensieri possano trasferirsi sulla carta senza filtri e senza censure, poi riordina il tutto con uno schema che possa durare nel tempo e che ti permetta di focalizzarti sugli obiettivi prioritari che vuoi seguire quest'anno.

Per questo ti consiglio prima di iniziare il tuo notebook per il bullet journal :
  1. Definisci lo scopo del tuo bullet journal (personale, lavoro, creativo, taccuino di viaggio, ect.)
  2. Crea una scaletta dei contenuti e delle pagine che vuoi utilizzare 
  3. Scegli il formato del tuo taccuino e inizia a scrivere
Quali Pagine e Raccolte inserire?
Se intraprendi la strada del bullet journal, non lasciarti scoraggiare dai bujo super artistici e ricchi di scritte calligrafiche che vedi sul web, lo scopo principale di questo metodo è l'organizzazione, quindi le decorazioni sono un accessorio non indispensabile nella realizzazione di questo tipo di pianificazione. Le pagine e le raccolte le decidi solo tu e soprattutto devono rappresentare te e la tua vita, inutile crearti una struttura che richiede tempo se non ne hai o peggio ancora non rappresenti il tuo modo di essere. L'unica pagina che proprio non puoi omettere è l'indice che va inserito all'inizio del tuo taccuino (ti consiglio 4 facciate) che ti permetterà di trovare ogni cosa all'occorrenza anche a distanza di anni, per il resto crealo seguendo le tue necessità.

Le pagine/sezioni suggerite dall'autore oltre all'indice sono:
  • Monthly Log (visione mensile ) ti servirà per avere una visione di insieme del mese in corso (in genere viene usata per tenere d'occhio scadenze e appuntamenti fissi ) io la uso per tenere traccia delle cose accadute quel mese e per aver chiaro quali sono le cose da mettere in evidenza nel mio MemoryPlanner o ScrappingPlanner (presto vi spiegherò cos'è e come crearne uno)
  • Weekly Log (visione settimanale) vi permetterà di pianificare i compiti e gli impegni che dovrai portare a termine in quel giorno e in quella settimana. In alternativa si può decidere di creare un Daily Log (visione giornaliera) se si hanno giornate con impegni e scadenze fisse che richiedono più spazio
  • Future Log (trimestrali o semestrali) ti permette di appuntare tutti gli eventi futuri e non ancora inseriti nel tuo bullet di cui devi tenere nota che verranno "migrati" nel momento della pianificazione mensile.
  • Trackers (griglie di attività quotidiane) ti permettono di tenere traccia e monitorare le attività giornaliera per aiutarti a cambiare vecchie abitudine o migliorare qualche aspetto della tua vita. 
 

La lista si allunga di pagine aggiuntive che possono aiutati a tenere traccia del tuo lavoro o di argomenti specifici ecco qualche esempio:
  • Brain dump una o più pagine dove puoi inserire idee, progetti e tutto quello che ti passa in testa per "scaricare il cervello" e analizzarle poi successivamente per renderli reali o cestinarli
  • Monthly Recap dove puoi fare l'analisi del mese per capire in cosa migliorare e quali sono gli obiettivi che hai raggiunto.
  • Ci sono poi le Raccolte che comprendono una serie di informazioni su  un unico argomento come per esempio: Lista dei libri da leggere, Viaggi che vuoi fare, Shopping del mese, Film che vorresti vedere, ect.

Puoi creare anche una sezione del tuo bujo che ti aiuti a gestire il blog per esempio:
- Preventivi
- Scaletta post del blog dove puoi crearti un Calendario editoriale
- Scaletta post social (facebook,Instagram, ect.)
- Statistiche mensile e annuali del blog
- Newsletter (idee, scadenze, ect.)
- Materiali creativi da acquistare
- Progetti creativi da realizzare
- Progetti creativi realizzati
- Guadagni e Ritenute
- Spese
- Riepilogo Guadagni e Spese (6 mesi)


Se l’argomento ti ha stuzzicato e vuoi approfondire scopri il sito ufficiale bulletjournal.com (in inglese) o il bulletjournal.it 
se preferisci la versione tecnologica scaricare l’app per un bujo che puoi portare con te sullo smartphone bulletjournal.com/companion

Altri post che ti possono aiutare nel trovare la tua strada
- Quaderno del successo
- 10 consigli per gestire in poco tempo il tuo blog
- Organizzare il tempo con le mappe concettuali

* Cos’è la parola dell’anno? 
È quella parola che ti accompagnerà per un anno intero ricordandoti il grande lavoro introspettivo che stai facendo per concretizzare i tuoi desideri e sogni!!! Per scoprirne di più 

** In questo post sono presenti link di affiliazione Amazon per te il prezzo non cambia, a me Amazon riconosce una piccolissima percentuale che mi aiuta a leggere nuovi libri da consigliarti.

  • Condividi:

Ti potrebbe piacere anche

6 commenti

  1. Risposte
    1. Grazie a te per essere passata a trovarmi Elena, spero che ti possa invogliare a creare il tuo bullet journal o l'agenda ideale Buona creatività!!!

      Elimina
  2. ciao, che belli i nuovi lavori che hai postato! sono stata assente per un po' dal mio blog ma ora, piano piano, riprendo a scrivere e curiosare con piacere! iniziative per la prossima primavera? :) a presto, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Minù è bello ritrovarti e scoprire che hai ripreso a bloggare, per quanto riguarda le iniziative puoi scoprire le novità nel gruppo facebook "Kreattive" Ti aspetto!!!

      Copia questo link se non trovi il gruppo ;-) https://www.facebook.com/groups/kreattiva/

      Elimina
  3. Idee carinissime!! :)

    https://julesonthemoon.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia è un metodo straordinario che ti permette di personalizzare in maniera unica la tua agenda Buona serata

      Elimina