Cornici patchwork [tutorial]

scritto da Rosa Forino - 09:00

Da tempo avevo intenzione di realizzare questo progetto creativo, una maniera "diversa" di utilizzare la tecnica patchwork per trasformare la stoffa in un elemento decorativo originale ma allo stesso modo utile per accogliere i vostri ricordi in una simpatica cornice di stoffa
Cornici di stoffa fai da te in patchwork
Cornici di stoffa fai da te in patchwork
Il caso ha voluto farmi ritrovare proprio in questi giorni la scatolina con questi esagoni cuciti pronti all'uso, residuo bellico della mia precedente avventura patchwork, così ho pensato che era giunto il momento di realizzare finalmente le piccole Cornici in patchwork utilizzando proprio questi esagoni e di trasformarli in un idea originale per un regalino per le maestre di fine anno scolastico.


Per iniziare la tecnica del patchwork, c'è bisogno di fantasia e un minimo di capacità nell'uso dell'ago, per questa tecnica di cucito creativo infatti potrà essere imparata con l'esperienza, la pazienza e qualche piccola nozione di base.


Il patchwork nasce come tecnica di recupero di vecchi indumenti per la realizzazione di coperte o accessori per la casa, veniva praticata rigorosamente in compagnia e trasformata in un vero è proprio momento di condivisione reciproco. Ed è proprio questo "spirito del patchwork" che mi sono avvicinata a questa tecnica, mi affascinava la gioia di condividere questa esperienza con colleghe, amiche e familiari che come me amavano il cucito.
Il progetto diventa così un racconto di vita che ci accomuna, regalandoci emozioni, stati d'animo e chiacchiere spensierate da custodire nel cuore. Sicuramente ricorderete l'avventura della mia trapuntina in patchwork che letteralmente mi ha seguita in ben 3 traslochi e che racconta la mia avventura infinita in patchwork, ma secondo me decidere di condividere questa esperienza con altre creative per realizzare dei progetti che accompagneranno tutte verso un unico traguardo comune deve essere fantastico, perché fa vivere in pieno lo spirito del patchwork.
costruzione della cornice in patchwork
costruzione della cornice in patchwork
Patchwork vuol dire letteralmente “lavorare con le pezze” ma vi assicuro che di "pezze" ne vedrete veramente poche, l'artiste di questa tecnica sono delle vere e proprie sartine di altri tempi che con le loro mani d'oro ci regalano dei capolavori incredibili, delle vere e proprie opere d'arte in stoffa. Per diventare esperte di questa tecnica di cucito creativo serve soprattutto fantasia, pazienza e qualche piccola nozione di base che si costruisce con il tempo e tanta buona volontà.
In genere si parte con un modello in carta, ritagliato in scala reale, che verrà riproposto su stoffa e costruirà un disegno più complesso. Esistono vari metodi 
  • Stile inglese: che utilizza piccoli motivi geometrici dove vengono usate delle piccole sagome di carta su cui vengono appuntate delle toppe di tessuto ritagliato (per esempio proprio degli esagoni cuciti fra loro, con sfumature diverse, per ottenere un disegno finale)
  • Stile americano: qui i ritagli vengono accostati semplicemente fra loro e uniti usando la cucitura a mano o quella a macchina in modo da ottenere il disegno voluto. In questo caso è fondamentale la scelta dei colori delle stoffe per ottenere accostamenti che rendono il tutto molto uniforme e riconoscibile. 
  • Appliqué: vengono in questo caso usato sagome di animali, lettere, disegni, cuori che verranno cucite per decorare un oggetto finito (borse, coperte, quadri) e rinforzate da una piccola imbottitura per dare un effetto di sovrapposizioni di stoffe.  
scatolina esagoni patchwork
la mia scatolina di esagoni patchwork
Nel caso delle mie cornici patchwork lo stile dovrebbe essere quello inglese, ma io che non amo particolarmente le definizioni so solo che sono kreattive e questo mi basta. Se l'idea vi piace e volete realizzarle anche voi avrete bisogno di questi materiali:
  • ritagli di stoffa
  • esagoni stampati e ritagliati (io li ho creati qui)
  • fili in tinta
  • filo per imbastitura
  • ago e forbicine 
  • cartoncino e foglio di acetato
  • forbici
  • colla universale o colla a caldo


Io sono partita con una serie di esagoni che avevo già realizzato e che custodivo gelosamente, li avevo creati stampando degli esagoni che avevo ritagliato e trasferiti su stoffa, poi avevo cucito la stoffa seguendo la sagoma di carta che magicamente ha preso la forma desiderata
ritagliare e cucire gli esagoni
ritagliare gli esagoni 
Ho poi cucito insieme gli esagoni tenendo presente la forma che volevo dargli, una specie di fiorellino con una parte centrale mancante che potrà contenere  una piccola foto.
cucire affiancati gli esagoni
 cucire gli esagoni 
Ho ripetuto questa operazione di cucitura con sei esagoni, rispettando i colori scelti e la forma del fiore (attenzione prima di cucire prestate attenzione al lato giusto dell'esagono o non otterrete il disegno voluto :-)
comporre il fiore con gli esagoni
comporre il fiore con gli esagoni 
Una volta completato il fiorellino, prima di rimuovere l'imbastitura passare con il ferro da stiro in modo da fissare la forma che sarà necessaria per l'ultima fase del progetto.
stirare esagoni
stirare esagoni
Adagiate su un cartoncino il vostro fiorellino e con una penne tratteggiate i contorni, poi con una forbice ritagliate i contorni tenendovi un pochino più all'interno del tratteggio creato insieme al foglio di acetato, con un taglierino create un taglio centrale solo su cartoncino che servirà per inserire la foto e completate incollando prima il foglio di acetato sulla stoffa poi il cartoncino.
base di cartoncino
base di cartoncino
Ora non vi resta che personalizzare la vostra cornice con piccole foto o ritagli speciali che racconteranno di voi e dei vostri interessi.
Cornici patchwork finite

Ti sono piaciute le mie cornice patchwork? Ti piacerebbe imparare questa tecnica per i tuoi lavoretti creativi?

  • Condividi:

Ti potrebbe piacere anche

3 commenti