Scorzette candite di mandarini [ricetta]

Scorze candite di mandarini

La stagione degli agrumi è quasi finita ma se come me avete dei mandarini o degli altri agrumi bio a disposizione e non volete sprecare nulla, neanche la buccia, oggi voglio mostrarvi come preparare in casa delle scorze di mandarino candite (questa ricetta è applicabile anche per scorze di arancia e limoni) non solo per gustarli al naturale ma anche per decorare i dolci preferiti o per creare delle scorzette al cioccolato fondente d'accompagnamento ai vostri gelati.

Scorzette candite di mandarini

La buccia degli agrumi è sempre una risorsa in cucina, ottima per dare profumo a creme pasticcere e dolci, può dare sapore a carne e primi piatti, può essere anche un ottimo alleato per decorare con semplicità dolci e manicaretti vari. 

La creatività poi aiuta a trasformarle in elementi decorativi come rose, stelle e Pomander profumati per accogliere i nostri ospiti di essenze naturali. 

Profumata e aromatica, dolce e acre allo stesso tempo, la scorza degli agrumi si presta a tantissime ricette invernali e anche a deodorare la casa in maniera naturale

Ecco i tanti usi per esempio della :
  • buccia di limone può essere usata come contenitore per accogliere sorbetti o frutta fresca, può accompagnare un antipasto fresco di mare o ancora trasformare una classica pasta con panna in una dal profumo di limoni di Sorrento. Può essere utile per sgrassare le stoviglie in maniera naturale o profumare la lavastoviglie e il frigo quando non sono in uso 
  • buccia dei mandarini può essere essiccata e trasformata in una polvere profumata da conservare in barattolo per aromatizzare dolci e preparazioni salate. Può essere disposta sui caloriferi per profumare gli ambienti.
La versione più golosa prevede che la buccia dei mandarini diventino delle scorzette candite da usare sia per decorare i dolci, tipo la cassata siciliana o anche per fare ripieni dei pasticcini, di accompagnamento a gelati o più semplicemente per creare dei bastoncini da immergere in cioccolato fondente da servire a fine pasto insieme al caffè. 

La preparazione delle scorzette candite di mandarini classica è lunga e laboriosa, io oggi ve ne propongo una che accorcia un pochino i tempi ma che da comunque da un ottimo risultato di gusto e profumo.

 scorze di mandarini candite fatte in casa

Per realizzare delle Scorzette candite di mandarini avrete bisogno di questi Ingredienti
  • Scorza di 10 mandarini non trattati 
  • 400 gr di zucchero (peso indicativo dipende sempre dal peso delle scorse bollite, proporzione 1:1 quindi 150 gr di zucchero per 150 gr di scorze ect.)
  • 400 gr di acqua (sempre in base al peso delle scorse bollite, proporzione 1:1 quindi 150 gr di acqua per 150 gr di scorze)
Tagliate le bucce dei mandarini a spicchi, tenendo anche la parte bianca, una volta sciacquate, per togliere il classico amarognolo della buccia, mettetele in un pentolino ricoperto di acqua fredda, portate a bollore e lasciate bollire per un paio di minuti. Buttate via l'acqua e ripetete questa operazione per almeno altre 2 volte. Lasciate raffreddare e pesatele. 
A questo punto in un pentolino mettete in proporzione al peso delle bucce appena cotte acqua e zucchero (es. 400 gr. bucce, 400 gr. acqua 400 gr. zucchero) e lasciate sbollire fino a quando lo zucchero sarà sciolto, aggiungere le bucce e lasciare cuocere fino a quando lo sciroppo sarò asciutto completamente a fuoco molto lento, non dovrà caramellarsi. 
Quando è pronto mettete le scorzette candite ad asciugare per 12 ore e poi riporre in un barattolo di vetro o a chiusura ermetica per conservarle nel tempo.  

Rosa Forino

3 commenti:

  1. Ottima idea, le scorzette sono una vera delizia, grazie per la ricetta!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Carmen fammi sapere se sono piaciute in famiglia ;-)

    RispondiElimina

Instagram

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001